CRONOSTORIA ALFA ROMEO

Alfa Romeo: un viaggio nel tempo.

Anonima Lombarda Fabbrica Automobili

La gloriosa storia Alfa Romeo è indissolubilmente legata a quella dell’Italia del XX secolo, ma le sue origini non sono solo italiane. Il 6 aprile 1906, a Napoli, viene fondata la Società Italiana Automobili Darracq, filiale italiana dell’omonima azienda francese. Creata nel 1896 dall’imprenditore Pierre Alexandre Darracq, produceva e vendeva in loco i suoi veicoli.

Per la filiale italiana vengono scelti 3 fra i modelli più piccoli prodotti da Darracq:  la 7 hp, la 8/10 hp e la 10/12 hp. La distanza tra Napoli e la Francia si rivela talmente problematica da spingere la dirigenza a spostare l’azienda a Milano già alla fine del 1906.

Nasce lo stabilimento del Portello, che rimarrà attivo per i successivi 80 anni. Questo tuttavia non fu sufficiente per l’avvio della produzione ed i primi modelli realizzati nel nuovo stabilimento furono ultimati solo alla fine del terzo trimestre del 1908.

A quel punto, però, i vecchi modelli Darraq erano già inadeguati al nascente mercato e alle strade italiane. Un’ulteriore congiuntura storica negativa, unita alla mancanza di volontà della casa di investire nello sviluppo dei propri modelli, fece si che l’azienda non raggiungesse mai risultati commerciali apprezzabili. Nel 1909, dopo soli 3 anni, la Società venne posta in liquidazione.

Ugo Stella, amministratore delegato della Società Italiana Automobili Darracq, ed un gruppo di imprenditori lombardi convinti della potenzialità del nascente mercato italiano, il 24 giugno 1910 rilevano la società. Nasce l’Anonima Lombarda Fabbrica Automobili.

ALFA

L’acronimo fu scelto per l’assonanza con la prima lettera dell’alfabeto greco, in modo da sottolineare la volontà di ripartire con una nuova sfida. Il primo passo fu quello di ricercare una figura esperta cui affidare la modifica dei modelli, per renderli più adatti al mercato italiano.

Il compito venne affidato a Giuseppe Merosi, un geometra e progettista piacentino già in possesso di esperienza nel campo automobilistico. Nella sua permanenza in ALFA realizzerà progetti che in alcuni casi precorreranno i tempi di oltre 30 anni.

Merosi divenne così il primo responsabile tecnico dell’ALFA ed a lui fu affidata la progettazione del primo modello completamente nuovo di autoveicolo realizzato dalla giovane casa.

Suo anche lo storico logo aziendale, che abbozzò accostando il serpente visconteo (il famoso biscione) alla croce rossa su fondo bianco, simbolo medievale di Milano, contornando il logo con le diciture “ALFA” e “MILANO” intervallate da due nodi sabaudi.

Ha inizio così, una storia intensa fatta di passione, di genio e di difficoltà, di grandi successi e di gravi crisi, che si intersecheranno senza fine, dando vita ad un’autentica icona dell’automobilismo mondiale.

Abbiamo suddiviso la storia per epoche, i vari capitoli si intrecciano con le schede tecniche delle Alfa Romeo prodotte nel tempo, che trovate nella sezione dedicata. Buona lettura.

 

La storia dell’Alfa Romeo per epoche.